Autostrade per l'Italia
Autostrada A1 Milano Napoli

BENVENUTI

Il presente sito è riferito al monitoraggio ambientale relativo al progetto di ampliamento alla terza corsia dell'autostrada A1 nei tratti:

Le attività di monitoraggio sono condotte da Spea Engineering Spa, società del Gruppo Atlantia, per conto di Autostrade per l'Italia Spa.

SPEA

Il progetto di ampliamento dell'autostrada, in ottemperanza a quanto imposto dalla normativa vigente e dagli enti di controllo, prevede la realizzazione di un Piano di Monitoraggio Ambientale per controllare gli impatti delle opere nella fase di costruzione e per verificare l'efficacia delle mitigazioni previste in progetto.

IL COMITATO DI CONTROLLO

Il Comitato di Controllo è un organismo istituito presso il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione Generale per le Valutazioni Ambientali (DVA/DEC/2012/0000043 del 29/02/2012), previsto dai decreti di compatibilità ambientale, n. 897 del 19 novembre 2007 (tratto Barberino di Mugello - Firenze nord) e n. 1717 del 17 dicembre 2008 (tratto Firenze sud - Incisa Valdarno), concernente il progetto dell'Autostrada A1 Milano - Napoli, ampliamento a tre corsie da Barberino del Mugello ad Incisa Valdarno.

COMPITI DEL COMITATO DI CONTROLLO

Il Comitato di Controllo svolge i compiti indicati nei citati decreti VIA n. 897/2007 e n. 1717/2008, nonché il compito di verificare la puntuale e corretta attuazione delle prescrizioni dettate, anche durante la fase di realizzazione dell'opera, e gli esiti e l'attuazione del programma di Monitoraggio Ambientale.

In particolare:

  • esamina dal punto di vista ambientale gli elaborati forniti dal soggetto su cui grava l'obbligo di ottemperare, esprimendo ogni indicazione ritenuta utile;
  • approva il programma di Monitoraggio Ambientale;
  • sovrintende alle verifiche ambientali nella fase di attuazione del progetto esecutivo approvato, attraverso il monitoraggio delle componenti ambientali con le quali l'opera si troverà ad interferire e indica ogni utile iniziativa ritenuta necessaria;
  • esamina gli elaborati relativi alle misure ed indica gli interventi che si rendessero necessari a tutela, mitigazione e compensazione ambientale degli eventuali ulteriori impatti possibili;
  • trasmette alla Direzione Generale per le Valutazioni Ambientali, del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, informazioni periodiche sullo stato di avanzamento dello svolgimento dei compiti assegnati.

ORGANIZZAZIONE DEL COMITATO DI CONTROLLO

Il Comitato di Controllo è costituito dai seguenti componenti:

Per il Ministero dell'Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare:

  • Dott. Giuseppe Lo Presti con funzione di Presidente,
  • Arch. Luciana Polizzy,
  • Rag. Antonio Pace.

Per il Ministero per i Beni e le Attività Culturali:

  • Arch. Marinella Del Buono,
  • Dott. Pierluigi Giroldini.

Per la Regione Toscana:

  • Arch. Stefano Agati.

Per l'Arpa Toscana:

  • Dott. Alessandro Franchi.

Per l'Autorità di Bacino del Fiume Arno:

  • Dott. Lorenzo Sulli.

Per Autostrade per l'Italia

  • Arch. Rossella Degni

 

Il Comitato di Controllo è integrato dai seguenti componenti, allorquando si affrontano argomenti che interessino aree comprese nei territori di rispettiva competenza:

  • Per la Città Metropolitana di Firenze: dott.ssa Maria Cecilia Tosi
  • Per il Comune di Barberino del Mugello: Arch. Alessandro Bertaccini
  • Per il Comune di Calenzano: Ing. Renzo Pampaloni.
  • Per il Comune di Figline e Incisa Valdarno: Arch. Renzo Fazzini.
  • Per il Comune di Rignano sull'Arno: Ing. Francesco Ciampoli.
  • Per il Comune di Bagno a Ripoli: Arch. Fiorella Mangiacavalli

 

Il Presidente del Comitato di Controllo provvede, di volta in volta, alla convocazione dei membri designati dalla Provincia e dai Comuni sulla base degli argomenti all'ordine del giorno.

SPEA ENGINEERING spa
Spea Engineering S.p.A.