.

AUTOSTRADE PER L'ITALIA

.

.

AUTOSTRADA A1 MILANO NAPOLI Ampliamento alla 3a corsia nel tratto compreso tra Firenze Sud e Incisa Vadlarno

SPEA Ingegneria Europea

.

.

.

.

space

SPEA ENGINEERING spa

.

DESCRIZIONE GENERALE DEL PROGETTO STRADALE

 

La tratta Firenze sud – Incisa Valdarno, di circa 18 km di sviluppo, fa parte del progetto di "Ampliamento alla terza corsia Barberino di Mugello – Incisa Valdarno" dell’autostrada A1 Milano – Napoli.

 

Il progetto stradale è stato suddiviso in tre lotti:

- Lotto 1Nord dal km 300+750 (svincolo di Firenze Sud) al km 306+986 (Chiesa San Giorgio)
- Lotto 2 – variante San donato – dal km 306+986 (chiesa San Giorgio) al km 313+119 (AdP Rignano)
- Lotto 1Sud dal km 313+119 (AdP Rignano) al km 318+511 (viadotto Arno)

L’intervento nasce in corrispondenza del casello di Firenze Sud e si allaccia all’intervento di adeguamento per la tratta Firenze Nord – Firenze Sud, che nella parte finale ha una configurazione di ampliamento simmetrico in sede. L’impostazione di ampliamento in sede, sebbene alternativamente in maniera simmetrica ed asimmetrica, si mantiene tale nel primo tratto per i  primi 7600 metri di tracciato. Nel tratto intermedio l’intervento prevede la realizzazione della nuova variante di San Donato, a servizio della carreggiata Sud per una lunghezza di 3900 metri dei quali 950 m circa in galleria. La carreggiata nord è costituita invece dall’attuale sede autostradale, con le due attuali carreggiate a 2 corsie più emergenza (tranne nel tratto in corrispondenza dell’attuale galleria) destinate una al traffico pesante e l’altra a quello leggero.

Infine il terzo tratto che va dal ricongiungimento delle due carreggiate alla progr. 11+490 al termine dell'intervento posto circa 600 metri a Nord dell’attuale viadotto Arno, si configura come ampliamento in sede, anche qui alternativamente simmetrico ed asimmetrico.

  

Lotto 1 Nord

Il tratto ha inizio in prossimità dello svincolo di Firenze sud, con un ampliamento di tipo simmetrico (quindi con mantenimento della linea d’asse esistente), per permettere l’allaccio a quanto previsto nel progetto della tratta precedente Firenze Nord – Firenze Sud. Il tratto successivo è caratterizzato da una sequenza di curve, di fatto l’una consecutiva all’altra senza interposizione di rettifili di sviluppo significativo, interrotte dal sovrappasso del torrente Ema mediante l’omonimo viadotto. A partire dal tratto successivo al viadotto Ema, è previsto un ampliamento asimmetrico lato carreggiata sud e progressivamente asimmetrico in carreggiata nord. L’adeguamento del tracciato comporta necessariamente, nel tratto compreso tra la pk 2+500 e la pk 3+000 lo spostamento di 20-25 metri della piattaforma autostradale lato carreggiata sud, in corrispondenza dell’attuale parcheggio antistante l’Ospedale S.M. Annunziata. Il progetto prevede la sistemazione del piazzale stesso, attraverso la razionalizzazione della viabilità comunale antistante l’Ospedale (strada comunale per l’Antella), e attraverso la sistemazione del parcheggio di appoggio alla struttura. Altimetricamente questo tratto coincide con l’inizio della salita che porta al valico di San Donato, per uno sviluppo di circa 7 km e pendenze nell’ordine dei 3.0%-3.5%. L’ampliamento in questo tratto si mantiene costante per ampi tratti, in maniera asimmetrica lungo il primo rettifilo, da pk. 2+945 a pk. 3+753, lato carreggiata sud.  Successivamente si ha un ampliamento di tipo simmetrico, con mantenimento dell’asse esistente alla pk 4+840,  in corrispondenza dell’edificio a ponte dell’Area di Servizio Chianti.

space

DESCRIZIONE GENERALE DEL PROGETTO STRADALE (Lotto 1 Nord, rendering galleria Antella)

Rendering Galleria Antella

space

 

Lotto 1 Sud

Il tratto iniziale è caratterizzato dal lungo rettifilo in discesa che dall’uscita del tratto di valico si dirige verso l’attraversamento del Rio Massone. Planimetricamente lo sviluppo è pressoché rettilineo, intervallato solamente da una curva all’altezza dell’esistente area di parcheggio Rignano. L’ampliamento dell’autostrada è esclusivamente asimmetrico lato carreggiata nord, allo scopo di preservare le trincee ed opere di sostegno che si susseguono lungo il ciglio sud praticamente senza soluzione di continuità. Alla pk 13+350 è previsto l’adeguamento a norma di una curva e la realizzazione di due nuovi viadotti, di lunghezza pari a 170 m per la carreggiata sud e 120 m per la nord. Il tratto successivo alla variante è quindi caratterizzato ancora dal parziale abbandono della sede autostradale esistente. Successivamente il tratto è caratterizzato inizialmente dall’ampliamento asimmetrico (dalla pk. 14+600 alla pk. 15+560), lato carreggiata nord, allo scopo di preservare la trincea posta lato carreggiata sud, e con essa l’abitato di Palazzolo, posto alla pk. 15+350. In corrispondenza della pk. 15+850, l’asse di progetto torna progressivamente ad essere coincidente con l’attuale. L’ampliamento è pertanto di tipo simmetrico, fino alla pk. 17+020 coincidente con la fine dell’ampliamento a tre corsie più emergenza per senso di marcia. Dalla pk. 17+020 alla pk. 17+620, coincidente con la fine dell’intervento, le due carreggiate si separano e progressivamente riducono la larghezza, dapprima mediante la chiusura della corsia di sorpasso, e successivamente riducendo la larghezza della corsia di emergenza da 3.00 m prevista in progetto agli attuali 2.50 m, terminando quindi in corrispondenza della spalla nord del viadotto Arno con la piattaforma coincidente con la attuale.

 

Lotto 2

Successivamente il tracciato è caratterizzato dal passaggio sul semiviadotto San Giorgio posto tra le pk. 6+074 e pk. 6+370 seguito dal lungo rettifilo che porta alla zona di valico, lungo il quale sono presenti numerose trincee esistenti poste lungo il ciglio nord.
La parte terminale verso il valico di San Donato è caratterizzata dal nuovo tracciato della galleria San Donato. La galleria costituirà la nuova carreggiata Sud dell’attuale autostrada, completamente in variante rispetto al tracciato esistente.
La nuova galleria San Donato è caratterizzata da una lunghezza in naturale di 950m e si estende per una lunghezza di 950m circa (lunghezza coperta) fra le progressive di progetto 8+758.63 e 9+708.22, con portale d’imbocco analogo a quello dell’attigua galleria esistente.

Il progetto si sviluppa con carreggiata autostradale composta da tre corsie di marcia da 3.75m.

space

DESCRIZIONE GENERALE DEL PROGETTO STRADALE (Lotto 2 rendering area di rimodellamento Piscinale)

Rendering area di rimodellamento Piscinale

space

DESCRIZIONE GENERALE DEL PROGETTO STRADALE (Lotto 2 rendering area di rimodellamento San Donato)

Rendering area di rimodellamento San Donato

space

DESCRIZIONE GENERALE DEL PROGETTO STRADALE (Lotto 2 rendering imbocco nord San Donato)

Rendering imbocco nord San Donato

space

DESCRIZIONE GENERALE DEL PROGETTO STRADALE (Lotto 2 rendering imbocco sud San Donato)

Rendering imbocco sud San Donato

space

 

Cantierizzazione

Si prevede un campo base nei pressi dell’area di Servizio Chianti, a lato della carreggiata Nord poco a monte del piazzale, con una occupazione temporanea di circa 22000 mq. L’area è attualmente coltivata a prato ed è servita dalla strada di collegamento (con sottovia) tra i due piazzali dell’Area di Servizio Chianti; l’accesso in autostrada è garantito dalle corsie di immissione dell’area di servizio, comunicante con la viabilità locale per mezzo di cancelli.
Si prevede un cantiere operativo principale in corrispondenza dell’imbocco nord della variante in progetto della galleria S. Donato ed un cantiere secondario in corrispondenza dell’imbocco sud.

Nel cantiere principale in corrispondenza dell'imbocco nord della galleria verrà localizzato l'impianto di confezionamento dei calcestruzzi necessari per l'intero lotto.

 

Piste di cantiere e viabilità

Si ritiene che i lavori di allargamento possano essere eseguiti utilizzando come pista l’impronta dell’allargamento stesso, previa bonifica del piano di posa con trattamento a calce. In corrispondenza dei prolungamenti delle opere d’arte e dei tombini si possono ricavare piazzole per consentire il movimento delle macchine operatrici.
Le sole viabilità di cantiere che si staccano dalla fascia autostradale, sono quelle necessarie per l’accesso agli imbocchi della galleria in variante, per il raggiungimento del campo logistico, nonché per quelle che permettono di accedere alla base delle pile dei viadotti di nuova realizzazione (Ribuio e Massone) ed a quelli di allargamento dell’esistente (Ema).

space

ELABORATI PROGETTUALI

Documentazione generale

Corografia generale

Planimetria generale di inquadramento



Planimetrie di progetto


Tratta A

Planimetria tratta A da Km 0+000 al Km 0+800

Planimetria tratta A da Km 0+800 al Km 1+600

Planimetria tratta A da Km 1+600 al Km 2+500

Planimetria tratta A da Km 2+500 al Km 3+300

Planimetria tratta A da Km 3+300 al Km 4+100

Planimetria tratta A da Km 4+100 al Km 4+900

Planimetria tratta A da Km 4+900 al Km 5+632


Tratta B

Planimetria tratta B da Km 0+000 al Km 0+800



Barriere antifoniche

Carta delle mitigazioni acustiche 1-2

Carta delle mitigazioni acustiche 2-2

Abaco delle tipologie architettoniche

Planimetria delle tipologie architettoniche – tavola 1-2

Planimetria delle tipologie architettoniche – tavola 2-2



Cantierizzazione

Planimetria generale di ubicazione dei cantieri e delle viabilità di servizio – tavola 1-2

Campo Base CA04 – Area Chianti

Cantiere impianto di Betonaggio - CA08

Planimetria fase 1 e fase 2 – deviazione provvisoria SRT 222 e via Chiantigiana

Planimetria deviazione provvisoria – via Romanelli

Planimetria AMBITO N1 – Area di servizio Chianti

Planimetria AMBITO N2 – Imbocchi gallerie lato nord



Viabilità interferita

IN01 – Strada comunale di via Vacciano

IN03 – Strada destinazione particolare di Torre-Allori

IN04 – Strada dell’Antella

IN05 – Strada vicinale Casanova

IN07 – via Peruzzi

IN08 – Strada comunale del cimitero San Giorgio

IN40 – via Romanelli



Architettura del paesaggio

Simulazioni progettuali – Interventi di inserimento e riqualificazione ambientale



Interventi di inserimento e riqualificazione ambientale

Recupero Ambientale – Opere a verde - Campo Base CA04 Area Chianti

space

.

.

.

.

web engineering by ADD TECHNOLOGIES

.